Crea sito
OTORINOLARINGOIATRIA
LA PULIZIA AURICOLARE
aggiornamento del 7 marzo 2012
- Vorrei dare alcuni semplici consigli ai lettori; allo specialista otorinolaringoiatra e' affidato il semplice (ma talvolta estremamente delicato!) compito di liberare le orecchie dai fastidiosi tappi che possono formarsi; vi sono molti rimedi, anche molto semplici da attuare a casa propria, per mantenere le orecchie sempre pulite e libere. Il cerume e' una difesa insostituibile per le orecchie: svolge una funzione importante ed irrinunciabile nel microclima del canale auricolare (condotto uditivo esterno, fino alla membrana del timpano). Dobbiamo quindi accettare come fisiologico il fatto che le nostre orecchie abbiamo questa sostanza come naturale prodotto di difesa.
- La natura ha fornito le orecchie di un efficacissimo sistema di pulizia: la pelle del canale scorre verso l'esterno, veicolando tutto cio' che nel condotto uditivo si deposita. E' stato dimostrato, con una macchia di inchiostro al centro della membrana del timpano, quindi in fondo al condotto uditivo: dopo sette giorni l'inchiostro era arrivato alla conca, cioe' alla parte visibile dell'orecchio esterno.
- Conoscendo questi elementi, e' facile affermare che molto spesso sbagliamo in eccesso: se e' vero che l'orecchio ha un suo proprio sistema di pulizia, per quale motivo dovremmo alterarlo, traumatizzando la pelle del canale e soprattutto rischiando di spingere all'interno cio' che riusciamo a toccare? Il mio consiglio, quindi, e' di prevenire l'accumulo di cerume agendo tempestivamente, al primo manifestarsi di un qualche fastidio all'interno del canale; esistono in commercio molti preparati validi e lascio al farmacista di vostra fiducia il compito di consigliarvi quanto di pił moderno ed efficace per la pulizia delle orecchie.
- Il mio consiglio e' pertanto di instillare nell'orecchio un gran numero di gocce al primo manifestarsi di un qualche sintomo; agendo con tempestivita', probabilmente si dovra' affrontare una quantita' di deposito ceruminoso estremamente ridotta e ci saranno maggiori possibilita' di riuscire ad effettuare un intervento efficace; e' infatti intuitivo che la dose di solvente (le gocce) sara' tanto piu' rapidamente efficace quanto piu' ridotta sara' la quantita' di soluto (il cerume). Il mio consiglio e' di coricarsi in posizione supina, con la testa reclinata su un fianco in maniera tale da lasciare in alto l'orecchio interessato; se qualcuno vi aiuta, potete instillare nel condotto uditivo tante gocce fino a riempire il canale; poi aspettare qualche minuto per una completa penetrazione del liquido nel canale, fino alla membrana timpanica. Passato qualche minuto, consiglio di ruotare la testa in maniera tale da porre l'orecchio interessato in basso; e' opportuno munirsi di un fazzolettino, oppure garza, cotone o anche solo carta assorbente da cucina per evitare che il materiale che esce dall'orecchio possa sporcare la biancheria del letto; entro qualche minuto si avra' la sensazione di movimento dentro l'orecchio e con un po' di fortuna si vedra' uscire il cerume mescolato alle gocce di solvente.
- Questa applicazione puo' tranquillamente essere ripetuta, sia a distanza di qualche minuto, sia nei giorni successivi; se nell'orecchio si e' gia' depositata una abbondante quantita' di cerume, una sola applicazione potrebbe non essere sufficiente ed in questo caso si rende necessaria la ripetizione ....

(a presto per il completamento e l'aggiornamento) -
Per qualunque dubbio, scrivetemi

torna indietro
torna alla home page
torna al sito internet http://lucisano.it